Solo, credevo di volare e non volo

Poi ieri Toni ha giocato e quindi, come promesso, ho cambiato canale. A canale5 c’era il Memorial Battisti che io speravo fosse qualcosa del tipo: vi facciamo rivedere un po’ (magari tutte) delle sue esibizioni e ne parliamo insieme accompagnati dalle sfumature della sua voce eterna, e invece era un baraccone di pseudo cantanti riciclati per l’occasione che, su un palchetto di una piazza romana, guidati dall’eleganza caprina di Loretta Goggi, stavano ammucchiati a canticchiare le sue canzoni con Vandelli in prima linea, che non lo reggo più perché continua a fare soldi in memoria dell’amico Lucio morto. E quindi ho ricambiato, e poi ho ri-ricambiato e poi ho ri-rimesso la partita, e così via fino a quando sono finiti entrambi e ho trovato pace. L’Italia ha vinto, doppietta (non di Toni, ma) di De Rossi e, come dice Lippi, 6 punti in 2 partite, e avanti così senza troppi entusiasmi. Se sta bene a lui! Io non vorrei insistere più di tanto perché poi qualcuno potrebbe accusarmi di portare sfiga a Toni e cose così, ma quand’è che quel palo scoordinato ha segnato l’ultimo gol in nazionale? Se qualcuno ricorda tale momento, grazie. Intanto aspettiamo fiduciosi che la Madonna decida di fare il miracolo concedendo alla palla di rimbalzare su una parte qualunque del corpo di Toni prima di finire in porta, visto che pare che neanche Lippi voglia privarsene. Una cosa positiva o drammatica, a seconda dei punti di vista, dal Memorial Battisti è venuta fuori. Silvia Salemi è ancora viva e, dopo l’esecuzione vomitevole a cui ho assistito, persino fischiata (a ragione) dal pubblico, aggiungerei un sottolineato purtroppo.

Io non so che pensate voi di Battisti, chi ha vissuto la sua musica sulla pelle e chi l’ha amato nonostante non appartenesse a quegli anni. Io penso che uno come lui non tornerà più. Sarà pure un pensiero banale, ma non trovo molte parole per definire quello che è stato e che continuerà ad essere per sempre. E mai e sempre non sono termini che uso spesso.

45 commenti su “Solo, credevo di volare e non volo

  1. Si, ma anche del mio amico Aristotele; insieme vorremmo fare un film porno, una specie di cosa incestuosa che si svolge su un’arca

  2. Viva la Salemi ma anke suo fratello! Di sicuro, Mogol ha i loro poster appesi in camera sua (beh, perlomeno quello della Salemi, quello con suo fratello lo tiene probabilmente in bagno)

  3. Povera Silvia, la natura è stata così crudele con lei da donarle non solo l’incapacità, ma anche la possibilità di dimostrarla a tutta italia… e pensare che c’è gente che la ascolta… per quanto riguarda Toni (come disse una volta una persona ke stimo molto) di lui non parlo per umana pietà… sarebbe come sparare sulla Croce Rossa!

  4. non ha segnato neppure ai mondiali????????????????????

    è passato così tanto tempo che non ricordo!!!ahahahahah

    e perchè lo teniamo????

    contenta per la salemi!!!???mah

    poretta, a parte “questa sera a casa di luca” non credo abbia fatto altro ^__^

    ma non aveva pure un fratello anche lui pseudo-cantante?!?!?!?!?!?!?!?

  5. inculpop, ma come?!
    E la sera a casa di Luca torniamo a parlareeee, ma la sera a casa di Luca che musica c’è, dal balcone a casa di Luca si vede anche il mare e parte una canzone… non ti dice niente? 😛

  6. inculpop, ma come?!
    E la sera a casa di Luca torniamo a parlareeee, ma la sera a casa di Luca che musica c’è, dal balcone a casa di Luca si vede anche il mare e parte una canzone… non ti dice niente? 😛

  7. io saltellavo tra Johnny Depp e il Memorial di Battisti, invece. La partita (visto la precedente) l’ho snobbata proprio…

    mentre vedevo il Memorial, poi, parlavo con una mia amica con la quale anche noi siamo giunte alla conclusione che non esistono più cantanti così. Quelli di oggi (la maggior parte perlomeno) sono tutti strilloni, ma di melodia non se ne sente da un bel pezzo!

    La voce di Battisti sarebbe stata musica anche senza gli strumenti….

    A me veniva da piangere, ma soprattutto per le esecuzioni a cazzo di quei 4 vecchi smidollati!

  8. saltellando, fai bene. Se posso darti un consiglio, lavora molto sul testo, perfezionalo, rendilo quanto più affine a quella che è la tua idea e prova a guardarlo con occhi esterni, e solo dopo proponilo. Le porte in faccia sono tante, ma tu non mollare.

  9. io ho scoperto Battisti circa due anni fà. Prima non credevo si potesse trasmettere un emozione e un modo d’essere attraverso una canzone… invece lui ci è riuscito..! Quelli che gli vorrebbero rendere omaggio sono dei buffoni… c’è poco da fare… se n’è andato purtroppo..!

    Baci, Zoe

  10. …beato te che sei riuscito a pubblicare…io ci provo, ma ricevo sempre picche…tuttavia, non mi perdo d’animo; sono determinata ed ambiziosa e voglio ottenere ciò che desidero!

  11. Ciao carissimo!

    Riemergo dalle membra stanche del mio passato per guadagnarmi un nobile futuro!:)

    Battisti è stato Battisti, c’è poco da dire.

    Ci sono artisti che passano, lui ha attraversato la cultura italiana e c’è rimasto. Solo i caproni non lo possono apprezzare! 🙂

    Toni invece…che segua la Goggi e compagnia bella! Non mi mancheranno mai! Eheh!

  12. Concordo appieno con ciò che pensi di Battisti. Per quanto riguarda la nazionale…ultimamente l’ho seguita poco, e in quel poco non mi ha soddisfatto affatto! Buona giornata, caro Matto! 🙂

  13. Io, fortunatamente, non seguo lo sport o mi metto a urlare come un’ossessa durante le partite… per quanto riguarda Battisti in my heart forever picchierei a sangue tutti coloro che non gli rendono omaggio come merita e sfruttano tutte le occasioni buone solo per mettersi in mostra… ma perchè l’Italia fa così pena???

  14. Jakumal, Toni è fin troppo moderato, altre due partite e si spegne del tutto. Iaquinta non è malaccio, sempre paragonato ai giocatori della Georgia, chiaramente.

  15. Stavolta andrebbero usate. Peccato che oltre a non tornare, ci siano anche questi eventi che non lo ricordano come merita.

    Per quanto attiene al discorso nazionale, beh, credo dipenda tutto da calciopoli. Infatti, da allora, cercano tutti di…moderare i Toni. xD

    Notula: Iaquinta (che pure campionissimo non pare) ha giocato quanto? 20 minuti? Due tiri in porta insidiosi.Sveglia!

  16. Sono cresciuto con le canzoni di Battisti degli anni ’60 ’70. Mio padre aveva in auto tre sue musicassette e ascoltavamo sempre quelle. Non ho mai ascoltato canzoni italiane più belle.

Rispondi a robdigiu Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.