Caro autore, se paghi il doppio ti recensisco gratis!

Un paio di mesi fa ricevo un messaggio privato su Facebook da un certo Salvatore. Questo messaggio, per la precisione:

Ciao,
piacere sono Salvatore, direttore del sito:
www.consiglialibro.altervista.org
Ho visto che hai scritto un libro e vorrei pubblicizzarlo e recensirlo sul mio sito.
Contattami per info.

Appena leggo la parola pubblicizzarlo, vengo raggiunto da una folata di puzza di bruciato che neanche Madre quando si dimentica le costolette fra le fiamme del barbecue in giardino mentre, al secondo piano di Villa Madre, cerca di raggiungere la condizione del sottovuoto per entrare nei jeans. Comunque gli rispondo cordialmente di farmi avere tutte le info che desidera.
Ebbene, mi arriva una vera e propria proposta commerciale in stampatello, che incollo quaggiù senza cambiare una virgola, come se di virgole ce ne fosse qualcuna, né uno spazio, e neppure aggiungere quel sacrosanto apostrofo mancante fra “un” e “ottima” che Salvatore dev’essersi dimenticato:

PER LA RECENSIONE E PUBBLICIZZAZIONE
DEL LIBRO SUL MIO SITO E’ GRADITA UNA PICCOLISSIMA DONAZIONE DI 10 EURO PER AIUTARMI CON LE SPESE DEL SITO, MA IN CAMBIO AVRESTI UN OTTIMA PUBBLICITA’ VISTO CHE IN UN MESE DI VITA
IL MIO SITO HA OTTENUTO PIU’ DI 25MILA VISITE
E 40MILA PAGINE VISITATE

OPPURE

PER 20 EURO TI ORGANIZZO RECENSIONE + INTERVISTA
E TI ASSICURO CHE VIENE UNA COSA MOLTO CARINA

LO SO CHE CHIEDO UNA PICCOLA DONAZIONE
MA IO OFFRO UNA COSA CHE ALTRI NON POSSONO OFFRIRTI
UNA GRANDE VISIBILITA’,VISTO CHE IL MIO SITO HA RAGGIUNTO LE 25MILA VISITE IN POCO PIU’ DI UN MESE

E SE EFFETTUI LA DONAZIONE DI 20 EURO PER RECENSIONE PIU’ INTERVISTA
TI CREO UN BOOKTRAILER COMPLETAMENTE GRATIS
E RECENSISCO UN ALTRO TUO LIBRO SEMPRE GRATIS

Da dove vogliamo cominciare? Dalla piccola differenza che intercorre fra una recensione e una pubblicità? (La devo spiegare per forza?)
Non ho nulla contro le pubblicità, anzi! Ma dev’essere chiaro a chiunque che l’una è una pubblicità e l’altra una recensione. Non si può travestire una pubblicità da recensione, non è mica Carnevale! Non è corretto signori, state ingannando il lettore. Gli state facendo credere che qualcuno ha letto quei libri lì, tutti entusiasticamente recensiti, quando invece quelle parole sono state comprate per 10 euro, e tanto valgono. Pochissimo cioè, se paragonate alle inestimabili impressioni di un addetto ai lavori, di un critico, ancor meglio di un lettore comune che ha letto, apprezzato o meno il libro, e vuol condividere il proprio parere nella rete. Gratis!
Non so neanche se chiamarla pubblicità, quella che viene proposta sul sito del signor Salvatore. Una pubblicità dovrebbe favorire la diffusione del prodotto, incrementarne l’interesse e magari le vendite. Queste fanno l’effetto contrario, almeno su di me. Io non comprerei mai un libro recensito con cinque stelline su un sito che recensisce tutti i libri con cinque stelline e nemmeno uno con quattro, per dire. E che fa le stesse domande a tutti gli autori intervistati, altro elemento che mi fa pensare che quei libri non siano stati neanche sfogliati.
Ditemi voi quale vantaggio può portare all’autore finire su questo portale!

Passiamo al mistero della donazione gradita.
Intanto, cosa significa gradita? Se l’autore si rifiuta di pagare, avrà comunque la sua recensione? Mi pare di capire di no. Ecco un altro mucchio di “subdolume”! La donazione, signor Salvatore, non è gradita, ma obbligatoria.
Tratta di “letteratura”… beh, impari a usare le parole con onestà, e cioè per il significato che hanno!
Questa piccola donazione, che diventa di euro 20, se un autore si prende il pacchetto pubblicità controproducente + intervista robotica, occorrerebbe al signor Salvatore per contribuire alle spese del portale. Quindi neanche a ripagarle tutte.
Bene, nella home sono segnalate le ultime sei pubblicità controproducenti e tre interviste robotiche, che fa la bellezza di 60 + 30 = 90 euro. Moltiplichiamolo per i dodici mesi dell’anno. Viene una cifra ben superiore ai 1000 euro (immagino che sia parecchio di più, vista la gran quantità di banner possibili e immaginabili sparsi per il sito).
Rilascia ricevuta? Le tasse le paga?
Io per MatteoGrimaldi.com pago 50 euro di dominio più qualcosina d’altro per la gestione e il supporto che il web designer mi dà ogni volta che ho un problema, oppure voglio fare qualche modifica. Comunque non supero mai i 100 euro l’anno.
Ma quanto cavolo costa ‘sto sito di libri?!
Anche fosse (e non è), non si capisce per quale logica le spese del sito le debbano pagare gli autori dei libri recensiti. Non è mica obbligatorio aprire un sito di recensioni, voglio dire. Se lo apri, lo paghi tu!

Sempre dalla proposta commerciale del signor Salvatore, gli autori paganti avranno una recensione e un booktrailer gratis. C’è qualcosa che non va, non trovate? Mi sa tanto di: Ehi, hai vinto un soggiorno all inclusive in una località del mondo a tua scelta, pagato da te. Io pago e lui mi dice che in cambio ho delle cose gratis. Molto curiosa l’idea di gratuità radicata nella testa del signor Salvatore.

Sul numero di visite che vanta non ho elementi, né c’è un contatore visibile sul sito, o almeno io non l’ho trovato.
Strano! Farebbe la sua bella scena. E poi sarebbe funzionale all’obiettivo del portale (diffondere la cultura? Ma no! Cosa andate a pensare!? Forse accumulare tanti altri 10 e 20 “euris” dagli autori che, notando un numero visite sul contatore così alto, si affiderebbero con slancio alla “promozione” proposta loro dal signor Salvatore tramite messaggio privato su Facebook). E invece nessun contatore a testimoniare tali numeri strabilianti, di quelli che Beppe Grillo impallidirebbe.
Non sarà mica che il signor Salvatore ha un po’ gonfiato le visite per convincermi ad accettare?

Cari autori che ricevete proposte di questo tipo, “una cosa carina”, per usare le parole del signor Salvatore, fatela veramente: lasciate perdere!!!
__________________________________
Nei commenti trovate un’interessante analisi sulle effettive visite del sito di cui sopra, illustrata da La Content, dati alla mano.
Ringrazio il mio amico Andrea Valent per avermi inconsapevolmente ispirato il titolo di questo articolo.
Ho prelevato l’immagine in alto a sinistra da PredazzoBlog.it, spero che nessuno se ne dispiaccia.

27 commenti su “Caro autore, se paghi il doppio ti recensisco gratis!

  1. Eh, che carino, ne ho parlato anche io (sono Luca Fadda) qualche mese fa. E devo dire che hai avuto i miei stessi dubbi. Io ho anche ricevuto la sua visita sul blog, c’è una sua risposta infatti…

    Beh, che dire, per questo mio commento mi deve 20 euro…

    • Il signor Salvatore s’è dato parecchio da fare!
      Grazie Luca per tutto il materiale che hai messo a mia disposizione per soli 20 euro, ehm. 🙂

  2. Sembra tipo la pubblicità delle carte vacanze: “Con solo 20 euri avrai GRATIS 100 sms al giorno!!”.
    Comunque grazie, se cercherò un parere su un libro non andrò da Don Salvatore (mmiiiiiiiiii :D)
    Infine: “ti offro una cosa che gli altri non possono offrirti”… manco fosse un patto col diavolo!

    • Attenta che Don Salvatore non perdona!
      – Oddio, mi sa che devo stare attento io, allora! – esclamò Grimaldi, rimuovendo il blog.

  3. Vedendo le recensioni sul sito solo una domanda mi frulla in testa! Ma Murakami, col suo 1Q84, per avere 5/5 quanto avrà sborsato?!

    • Immagino che il signor Salvatore abbia abilmente mescolato le recensioni controproducenti + interviste robotiche truffaldine ad altre recensioni di testi noti, agli autori dei quali non penso si sia permesso di chiedere 10 euro. 🙂

  4. A me ha fatto ridere anche il sottolineare il numero di visite raggiunte in un solo mese. Che sono pronto a giocarmici tutto che non arriva neanche all’1% di quelle dichiarate.

    • Caro Signor Ponza, che sei simpaticissimo altro che il signor Salvatore con la prima esse minuscola, leggiti il commento della Content, prima del tuo.
      Io non mi ero accorto del contatore, lei sì e ha anche analizzato le visite.
      La Content conta! 🙂

  5. 1. Ha inserito il contatore in home. Le visite che mostra sono 26.000… ma il sito non è online da un mese, bensì da un anno. Quelle sono le visite in un anno… Potete dare un’occhiata qui: http://www.histats.com/viewstats/?SID=1840966&f=1

    Inoltre la maggior parte delle visite erano da marzo a luglio 2012, negli ultimi mesi ne sta facendo davvero pochine.

    2. Il sito è su altervista,org, hosting gratuito.

    • Ah, non l’avevo visto!
      Un mese, un anno… dettagli, insomma! 😀
      Praticamente le visite le ho fatte “schizzare” io oggi col post. ahah

  6. Bel soggetto, quello.
    Io scrivo recensioni (per Lankelot) da anni. Non mi è mai venuto in mente di farmi pagare un euro e mi fa veramente schifo chi prova a fregare la gente in questo modo.
    Indecente.

    Il problema è che su 100 messaggi inviati, vuoi che almeno 10 o 15 autori non abbocchino?

    • Hai proprio ragione.
      Lo dicevo a Chagall nell’altro commento. Io lo faccio per SoloLibri e solo coi libri che ritengo di recensire e gli autori che ritengo di intervistare. Non c’è di mezzo un quattrino, solo passione.

      Cavolo se abboccano, ma anche di più!

  7. Cosa? Mi chiedo quanti soldi avrei potuto fare con i miei booktrailer. Pensa un po’ che fesso, io li faccio per amici e per i libri che mi piacciono, e davvero gratis xD
    Salvatore è troppo avanti. xD
    Posso condividere questo post nel gruppo di lettura di goodreads?

    • Certo che puoi! Anzi, grazie!
      E’ quello che ho detto a lui nell’ultimo messaggio che gli ho inviato. Recensisco libri e intervisto autori su SoloLibri.net, che fa più di 5mila visite al giorno.
      Che facciamo, ci mettiamo a chiedergli soldi?

      • Io non faccio cinquemila visite al giorno, mi va bene lo stesso.
        Ma con i booktrailer, potrei fare una fortuna, che dici? Mi vedo già sguazzare in fiumi di soldoni come Paperon De Paperoni.

        • E comunque, diciamo una cosa. Internet è senz’altro un buon mezzo per fare il passaparola, specialmente se affidato a persone che amano quello di cui parlano, ma non esiste NESSUN sito in grado di cambiare la sorte di un romanzo. Per quanto visibile, alla fine, spero che quello che conti davvero sia la qualità del testo proposto.

          • Le regole del passaparola virale, quello che determina il successo di un libro, rimangono per me un grande mistero. Ho visto libri di qualità discutibile (sempre secondo me) vendere milioni di copie, e piccoli gioielli, pubblicati comunque da grandi editori, fare flop.
            Certo è che il passaggio sul sito del signor Salvatore non è la soluzione dell’enigma. 😀

            Ma grazie per il booktrailer! Attento che prendo la palla al balzo!

          • Puoi prendermi al balzo, basta che mi mandi un’email e decidiamo le frasi da mettere nel video.
            Sempre se ti accontenti xD i miei sono piccoli filmati. Anche se sinceramente ho appena visto i filmati del caro Salvatore, e mi chiedo con che faccia chieda soldi, perché pure lui non fa certo capolavori.

  8. Ah! non sei il primo a cui è capitata una cosa del genere. Tra l’altro, anche io l’ho aggiunto agli amici e mi ha scritto il tuo stesso messaggio. Gli ho risposto che se avesse dato una sbirciata al profilo avrebbe visto che io non sono una scrittrice e non ho mai pubblicato un libro. Alla fine l’ho cancellato.

    • Avrebbe recensito il tuo blog, e gli avrebbe pure costruito un booktrailer fantastico.
      Hai perso un’occasione! 🙂

      • Muahahahahahahahah

        Mannaggia, vivrò con questo rimpianto per tutta la vita. E ora come faccio?

        Comunque lo stanno smascherando in parecchi. E continua con molta nonchalance [si scrive così?] ad andare avanti per la sua strada. Tenendo conto che bastano 3 sole recensioni con interviste per pagargli il sito intero. Come tu stesso hai scritto, non ci vogliono molti soldi. Se no nessuno si comprerebbe un dominio proprio.

        mah …

        • Se vuoi, ti iscrivo al corso di recupero psicologico che ho frequentato dopo l’assalto subito dall’intero fan club di Anna Tatangelo, offeso dai miei ironici commenti sull’intenso testo della sua hit “Essere una donna”.
          Ci ho messo parecchio, ma mi sono ripreso. Vedrai che ce la farai anche tu. 😀

Rispondi a La Content Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.