Sempre se non muoio prima

Studio a memoria il percorso dal carrozziere allo stadio che poi avrei dovuto rifare in macchina, al contrario, sempre perché qualche puttana (maschio o femmina che fosse, poco cambia) mi ha sfasciato il vetro del finestrino posteriore. Davanti allo stadio il consueto luccichio del verdino chiaro della carrozzeria non giunge a salutare i miei occhi. Chiamo Niccolò in stato di incoscienza indotta: “Dove l’avevamo parcheggiata la Matiz?” “A fianco al pub, di fronte ai cassonetti.” “E perché a fianco al pub e di fronte ai cassonetti c’è una C3?” “Uh madonna!” “E mo’?” “Te l’avranno rimossa.” “Sì, i ladri. Oddio m’hanno fregato la macchina, che emozione!” “Ora ti cerco il numero della depositeria comunale.”
Chiamo la depositeria: “Salve, ho inavvertitamente (notare l’avverbio) lasciato la mia macchina allo stadio durante la partita della Fiorentina (vaglielo a spiegare che mi avevano appena sfasciato il vetro e che mi trovavo in uno stato di shock). Visto che ora non c’è più, volevo sapere se era lì da voi o se me l’avevano fregata sul serio, ecco.” “Targa?” “Inizia per CW, ma non me la ricordo e non ho neanche modo di recuperarla. Comunque è una Matiz verdina senza un finestrino e con un tappetino incastrato tra lo sportello e l’interno, sa per non farci piovere dentro.” “Sì, è qua. Per riaverla porti con sé un documento e 130 euro.” “Minchia! Quasi quasi la lascio lì.” “Più giorni la lascia e più paga.” “Che simpatici!”
Mi ero dimenticato che il 2 mi hanno pure scalato la rata, che continuerò a pagare non so bene fino a quando, di 185 euro. Quando avrò finito, la macchina sarà da buttare. È come se in tutti questi anni avessi pagato una sorta di noleggio senza tra l’altro averla usata gran che. Rata+rimozione+vetro = uno scherzetto da oltre 500 euro senza colpo ferire. Prevedo che tra una decina di giorni, se ancora non avrò trovato un lavoro, finirò a piangere lacrime amare da un usuraio della zona. Tornando mi sono fermato a prendere un gustoso pezzo di schiacciata al forno sotto casa. “Uh, l’abbiamo appena sfornata, lei è proprio fortunato!” Fortunato?! C’è mancato poco che quelle parole scatenassero un raptus, che si fa pugno e la colpisce sul naso.
Niccolò dice: “Vedrai che si sistemerà tutto, sempre se non muori prima!”
Credo sia la giusta sintesi di questo scintillante momento della mia vita.

18 commenti su “Sempre se non muoio prima

  1. Eh… prima abbiamo dovuto trovare in quale deposito l’avessero portata, e non ricordando la targo un casino…

    Poi andare dall’altra parte di Milano con i documenti e pagare una cifra spaventosa

  2. Sono stupito dal fatto che sei riuscito a recuperare la macchina così in fretta… una volta per recuperare quella di mio padre ci abbiamo messo una notte intera…

    Che fortunello… XD

  3. funku, il mio amico oggi stava per tamponare quello davanti, fortuna che mi son messo a urlare.

    miya, la rimozione c’è stata ieri, oggi l’ho soltanto recuperata. Effettivamente oggi non è accaduto nulla di catastrofico. E’ un buon modo per ricominciare, l’assenza di catastrofi. Continua lo yeah-mode. Milli chi? Quasi quasi l’aggiungo su Facebook! 😛

  4. Come si vede che vivi in un mondo civile… si arriva a pensare alla depositeria comunale! Da me non si sa neanche cos’è. Non trovi la macchina, te l’hanno fottuta. Se vuoi recuperarla ci vogliono tra i 2000 e i 10mila euro, si paga in anticipo e ad una data ora e sempre nello stesso luogo trovi la macchina. Si chiama “cavallo di ritorno”. Quindi accontentati dei 130euro!:P

    Con il finestrino smaciullato in pezzetti da puzzle, non erano finite le sfighe?

    Quì parte la canzoncina:

    due occhi così intensi, Milly

    chissà a che cosa pensi, Milly

    nei tuoi sorrisi immensi, Milly

    c’è un’infinita volontà

    tanta generosità

    sorridi un po’ a te stessa, Milly

    hai fatto una promessa, Milly

    E ora tu

    vuoi mantenerla a tutti i costi

    ma questo ti richiederà

    tanta buona volontà

    Milly un giorno dopo l’altro

    ci regala qualcos’altro

    Chi lo sa che cosa c’è

    nel futuro che aspetta proprio te

    Milly un giorno dopo l’altro

    incontriamo qualcun’altro

    Forse diverrà

    un amico che

    ci sorriderà proprio come te

    Ho trovato gli episodi su youtube e son tanto contento!! Da picciolo lo vedevo sempre… e qualcosa vorrà dire!:D

    “Periodo yeah” mode: on … sì sì, certo come no!

    – Ossequi –

  5. so che probabilmente non ti aiuterà a nulla ma credimi ho vissuto un periodo ben peggiore ma alla fine, come tutte le cose, è finito.

    Passerà anche questo! Tieni duro!!

  6. mafalduzza, no è comoda la macchina, solo che si sta accanendo l’Inferno in questo periodo.

    little, sempre se non muoio prima, sì, appunto.

    indi, a dirti la verità, ma proprio la verità quella vera, me l’hanno proposto di collaborare con Vauro che ormai siam fratelli, ma io ho rinunciato perché mille euro a puntata per Vauro vanno pure bene, ma per me son davvero poca cosa.

  7. io la butto lì eh..ma hai preso in considerazione l’ipotesi di spostare la tua ricerca di un lavoro in un’altra città?che so..Lourdes tipo.. =b

    o magari già che sei amico intimo ormai potresti mandare il curriculum alla redazione di Annozero che magari porti più brio della Granbassi..

    no dai,scherzi a parte..

    per quel che vale..una pacchettina sulla spalla alla patpat sperando che ti porti un po’ di fortuna..

  8. mamma mia, sarà il caso di farsi benedire? comunque è così, la macchina non è tanto a comprarla quanto a mantenerla, è più facile mantenere una ex moglie.

    dai, verranno tempi migliori.

  9. … giorno dopo giorno mi rendo conto che non avere un’automobile può risultare una vera e propria fortuna. forse più grande di trovarsi una schiacciata appena uscita dal forno 🙂

Rispondi a LittleStick Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.