Che scoperta OpenDns!

Grazie alla paziente collaborazione del web-designer Pino e del suo tecnico di fiducia ho risolto un problema rognosetto. In questi mesi mi sono arrivate un sacco di richieste di aiuto da utenti che non riescono ad accedere al sito. Inizialmente ho pensato a un pasticcio di codici, o che dipendesse dalla presenza di qualche filtro, una blacklist sul server, una barriera architettonica, boh. Pino continuava a rassicurarmi che il sito è accessibile a tutti, ma io non ci credevo.
Quando le segnalazioni sono diventate numerose ho ritenuto opportuno ascoltare il vecchio saggio e le sue pillole: E’ più probabile che sia tu stesso a risolvere il problema che 1000 persone hanno con te, piuttosto che lo facciano loro, uno alla volta. (Non è una citazione, è la rielaborazione di una logica che mi è stata trasmessa in qualche momento della vita, e che ora fa parte del mio ragionare. Perciò potrei addirittura appropriarmi della frase suddetta senza che qualcuno se ne abbia a male.) Ho cercato qualcosa che accomunasse tutte le persone che mi scrivevano, e l’ho trovata. La quasi totalità degli utenti indignati aveva sottoscritto un contratto con Air2bite. Si tratta di una nuova compagnia nata proprio a L’Aquila, e in via d’espansione pure in altre città e regioni. Funziona senza alcun abbonamento telefonico, quindi senza linea, e offre un’ADSL anche nelle zone che non hanno copertura. Si dimostrano tutti soddisfatti di Air2bite, non solo per le buone tariffe. (A Villa Madre ahimé sono state fatte scelte diverse tutte ugualmente catastrofiche, prima di arrivare all’attuale pace dei sensi con Wind.) E allora qual è il tuo problema con me, cara Air2bite?  Sono andato a casa di un amico cliente di Air2bite, ho digitato l’URL del mio sito dal suo PC e, come volevasi dimostrare, si è aperta una finestrella ad annunciarmi il lieto evento: E’ impossibile raggiungere matteogrimaldi.com, e impossibile vuol dire proprio impossibile. Perché tutti i siti del mondo sì e il mio no, perché?! Sono arrivato persino a credere che qualche lavorante presso Air2bite provasse nei miei riguardi un’antipatia cronica tanto radicata da bannare il mio indirizzo e quello degli altri suoi siti nemici.
Adesso per me arriva il momento più difficile: riferirvi ciò che quel gran geniaccio (che ha sempre ragione) di Pino mi ha spiegato, e che non ho ancora completamente compreso. Il server che fornisce ospitalità al mio sito si trova in America (mica pizza, fichi e mandolino!), e non è detto che i DNS forniti dalle compagnie telefoniche, o impostati sul router che utilizzate per navigare, siano capaci di raggiungerlo. In America non è che ci si va con la zattera, insomma. A questo punto dovrei entrare nello specifico del protocollo Internet TCP/IP, ma non ci penso neanche. Quello che conta è che con poche rapide e semplicissime mosse potete sostituire il DNS standard fornito dal vostro provider con OpenDns che, oltre a rendervi accessibili migliaia di portali in tutto il mondo, migliora di molto le prestazioni. A occhio nudo la navigazione è più veloce perché OpenDns annienta tutti quei piccoli rallentamenti che la rete subisce interrogando il DNS nel passaggio da un sito all’altro. Se il DNS non risponde stiamo freschi, invece i DNS di OpenDns rispondono sempre e in frettissima, non chiedetemi perché. Impostare OpenDns è veramente facile e spiegato benissimo in quest’articolo, dettagliato a seconda del sistema operativo che possedete (XP, 7…) anche per il MAC. Io l’ho fatto (e se ci sono riuscito io…) e i benefici sono evidenti. L’hanno fatto i miei amici che, nonostante Air2bite, adesso vedono il mio sito; l’ha fatto l’amico lettore MisterGrr, che da un certo punto in poi non ha più potuto partecipare alle discussioni sul blog, e che ora è tornato più gajardo che mai. (A lui va un ringraziamento speciale per aver insistito, per la fedeltà a queste pagine, per avermi spinto a cercare una soluzione.) Fatelo anche voi, ci vogliono 2 minuti e navigherete a vele spiegate. E’ bello quando, nella risoluzione di un problema, incontriamo vantaggi che non ci aspettavamo. E io condivido le mie piccole scoperte quotidiane con voi, magari possono essere utili a qualcuno, penso sempre. E’ bello pure accorgersi di quanti ostinati lettori si siano arrabbiati per non poter più leggere il blog. Non è sadismo il mio; ci siamo capiti.
Nota a margine: Io furbamente ho pensato di aiutare gli utenti di Air2bite spiegando in un post come riuscire a visualizzare il sito. E poi pubblicarlo sul sito (che gli utenti di Air2bite non vedono). Un genio del crimine proprio.
Nota a margine 2, la vendetta: MatteoP. nei commenti consiglia i DNS di Google (primario: 8.8.8.8 e secondario: 8.8.4.4). A voi la scelta, ma fatela.

33 commenti su “Che scoperta OpenDns!

  1. Io mi trovo a marina di mosciano s.angelo dopo aver passato da utenza a utenza…senza risultato… Ho scoperto oggi tramite amici air2bite….che dite riuscito a varcare la soglia dei 2 mbps? Grazie

  2. Premetto che non sono esperto di computer, comunque faccio molte ricerche in div lingue nel settore nutrizione-medic. alternative ecc. Abito a mosciano/TE e, passando da TIM a WIND (quando mai), tardo pomeriggio-sera, non riesco + a navigare (speed 1,2 – 1,8 max); alcuni amici hanno installato air2bite e sono soddisfatti; io ho il probl delle telefonate in francia e lussemburgo (parenti); vorrei un parere spassionato: devo installare air2bite, posso fidarmi? Ringrazio chi mi risponde
    edgar comis

  3. sono cliente air2bite da fine 2008 ed abito a circa 25 km dall’Aquila. ovviamente piena montagna e quindi non vedrò mai l’adsl telefonica ne tantomeno la fibra (a meno che non ci pensi Enel con la nuova fibra).
    però posso ritenermi soddisfatto al 99% dell’attuale gestore, contando che da pochi mesi hanno aumentato le velocità, portando la mia connessione da 4 Mega a 8 Mega, con solo 4€ in più al mese. sperando che presto arrivino a 20 Mega.
    per quanto mi riguarda non ho mai avuto problemi con siti ospitati in hosting esteri. l’1% mancante è la mancanza di possibilità di impostare gli IPv6.

    per il resto hanno ottimi prezzi (per chi non ha adsl telefonica o fibra) ed ottime velocità (ping, download ed upload)

    • Ciao Giuseppe, questo post l’ho scritto quattro anni fa e per fortuna da allora sono cambiate tante cose. E migliorati loro.

        • personalmente ti consiglio i dns google, altrimenti anche quelli di open dns
          utilizzo i primi da circa 5 anni, senza mai aver avuto problemi, anzi, riesco a raggiungere qualsiasi sito web e qualsiasi hoster che utilizzo per i lavori (lavoro come grafico e web designer) .

  4. Posso dirti che li ho scoperti due anni fa. E da allora… Solo loro.

    Cmq hai fatto bene a scriverlo perchè molti non ne sapevano nulla e così l’hanno imparato.

    Un abbraccione

    • Ho parlato troppo presto…dopo che ho commentato mi è uscita la schermata “impossibile connettersi alla pagina” e per ritornare sul tuo sito ho dovuto chiudere tutto!

      • Ciao Davide, bentornato! Imposta OpenDns, che non è soltanto la soluzione per coloro i quali non raggiungono il server del sito, ma anche la soluzione a un sacco di piccoli problemini che rallentano la navigazione. Io pure l’ho sempre visto – t’immagini a scrivere su un blog che non vedi? – però adesso con OpenDns va tutto molto meglio. 🙂

  5. I post tecnologici li leggo sempre, ho la fissa della tecnologia, dell’informatica e di tutte queste cose qua. Poi non ci capisco niente, come stavolta, però nel tuo caso apprezzo come sempre lo stile, il linguaggio, la piacevolezza della lettura. Davvero.

  6. Ah ah, la tua frase (la considero tua, qualunque sia la fonte di ispirazione) è esattamente simile a una filosofia di vita di cui si parlava qualche giorno fa con un’amica 😀
    Comunque considerando che mi avevi quella roba sul mio blog relativa al postare commenti (non so se ricordi), pensavo fossi un genio con la tecnologia, invece mi sa che ce la giochiamo alla grande!

    • Ricordo, ricordo. Un genio della tecnologia? Ahah! Diciamo che riesco a fare quello che m’interessa. In qualche modo me la cavo, ma io e la tecnologia non c’intendiamo molto.

      • Eh ma te devi considerare che io sono davvero un noob raro, in materia di tecnologia. Quindi qualcuno con fare sicuro mi spiega una cosa, per me è tipo Steve Jobs XD

        • Io e Steve Jobs siamo molto diversi, a partire dal fatto che io sono ancora vivo, che non è un dettaglio trascurabile.

    • Quello che facevo io mentre Pino mi spiegava. Sì sì, ho capito, sì. Poi gira che ti rigira qualcosa l’ho capito veramente.

  7. Io personalmente consiglierei i DNS pubblici di Google (primario: 8.8.8.8 – secondario: 8.8.4.4) piuttosto che OpenDNS, visto che quest’ultimo invece di ritornare un errore in caso di nome inesistente “rigira” l’utente ad una sua macchina.

  8. Grazie Matteo (l’avrò fatto almeno 100 volte solo oggi ahah)! 🙂

    Me lo autodedico anche io, perché giuro, non capivo. Confermo che dall’oggi al domani (vi parlo inizio marzo, mi sembra) mi appariva (solo a questo sito!) la scritta “è impossibile” blablabla. In tutto questo tempo sono riuscito ad accedervi 2 volte, e poco prima che Matteo inserisse un post. E lo faceva con i 2 computer che abbiamo a casa!

    Io, essendo un mulo (testa dura) ho insistito come un matto perché sembrava una barzelletta…poi, la discesa dal cielo di questa notizia.

    Bastano due passaggi, e stop, e se ci sono riuscito io…

    Il PC è anche tremendamente più veloce ora!

    Sostanzialmente Matteo, Pino e il suo amico tecnico sono i miei salvatori! 😀

Rispondi a sergio Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.