A la primera persona (sì, va be’!)

Facciamo un gioco semplice semplice e veloce veloce, anche perché è estate, il pc vomita calore e meno ci stiamo davanti e meglio è, e bevete almeno un litro e mezzo d’acqua al minuto, Guizza per risparmiare (i consigli del Matto). Pronti? Allora lasciatevi trasportare dalle (un po’ troppo) familiari (direi) note di questo vecchio video spagnolo, e indovinate quale grandissimo successo italiano degli ultimi mesi, come dire, ci assomiglia vagamente (?).

(Cioè, quello ha copiato pure il titolo!)

Domani/domenica torna il Trash week end che questa settimana sarà un po’ diverso, ma sempre trashissimo. Se avete segnalazioni non esitate e, chi indovina la canzone e l’artista ricopione, vince un Calippo fritz slinguazzato e che non frizzica più.

53 commenti su “A la primera persona (sì, va be’!)

  1. …e basta con Jovanotti, povero!!!!!! A me le sue canzoni piacciono…e poi, in fin dei conti, le note sono sempre quelle… ;0) Facile fare qualcosa di simile a qualcun altro!! Purtroppo le casse del mio pc non funzionano e quindi non posso sentire la versione proposta da te, ma lasciatemi stare Jovanotti!!!!!!!! ;0))

  2. Copiata o no la canzone dello spagnolo è di molto antecedente ad A te di Jovanotti. Non ho scritto a Striscia, fa troppo caldo. E poi mica l’ho scoperto io, è una notizia che gira da qualche giorno.

  3. Si, ma al limone…che alla Coca non mi piacciono.non t disturbare a slinguazzarli, ci penso io, davvero, grazie cmq…;)

    ma siamo sicuri che è Jovanotti che l’ha copiata?ma hai scritto a striscia la notizia?LOL =D

    kiss =*

  4. Lyo, è il contrario. E’ Jovanotti che l’ha copiata a lui. Ci vuole ingegno anche per capire quello che hai capito tu. Farò recapitare 56 calippi a casa tua.

  5. Alejandro Sanz, “A la primera persona”…

    comunque Mr Fox (ironia…ahah ;P)

    l’avrà copiata da “A te” di Jovanotti?

    Cmq il premio lo voglio, anzi lo cambio con uno di valore uguale o superiore…soprattutto perchè ci vuole ingegno per mandare il video da capo e leggere da lì autore e canzone.

    Grazie 😉

  6. Pure secondo me. Gogan, rileggevo i post di un anno fa e ho beccato quello in cui raccontavo il giorno in cui ci siamo visti alla libreria di Termini. E’ passato un anno quindi. 😀

  7. Avevo sentito di A te di Jovanotti… cavolo assomiglia veramente… ma sul serio è un plagio???? che tristezza… mi piaceva un sacco…. (ok mi piace ancora…) e mi piace anche Sanz!!!!

    🙂

    Oddio…

    :-DDDD

  8. I miei complimenti al numero 8!!! è triste ammetterlo ma non ci sarei mai arrivato. con jovanotti sono rimasto a quando stava con cecchetto, cioè quando era scemo.

  9. tempo di ferie e tempo di leggere dei bei libri sotto all’ombrellone. Vicino al nostro villaggio c’è una libreria stupenda. E’ arrivata l’ora di avventurarsi in “non farmi male”. Ti saprò dire qualcosa al mio ritorno!

    Felice agosto!!

  10. Stan anche Jovanotti si fidava di te se tu sei colui al quale ha pensato scrivendo Mi fido di te. Una coincidenza può accadere pure, ma, insomma, sono identiche. Non saprei.

  11. Esiste… c’è pure la gassosa guizza. L’aranciata dopo un po’ provoca assuefazione, quindi assumila a dosi ridotte.

    Nei momenti di solitudine però è stata la mia migliore compagnia.

  12. non voglio il calippo slinguazzato quindi glisso sulla canzone. Non sono neanche tanto bravo in queste cose.

    E io bevo aranciata guizza. Sempre per risparmiare. Buona ma dopo un po’ stanca!

    Bellissimo l’header ;D

    Buon agosto!

  13. Anch’io. Beh, sono dei veri e propri furti. E son cose che accadono anche nella letteratura. So di libri che hanno vinto premi importantissimi come lo Strega che al loro interno hanno pagine e pagine riprese senza modifica alcuna se non qualche nome, da opere celebri e antiche.

  14. matteo, purtroppo il Calippo è già stato assegnato, però, se l’anonimo non dovesse farsi vivo con le sue coordinate, lo do a te, se lo vuoi! 😀

  15. Oh mamma mia,mi sento idiota! Forse non sono particolarmente preparto, ma nè le parole nè la melodia mi ha fatto capire di cosa trattasse…oh,mamma mia!

    Sto messo così male?

    P.S:Come si fa a bere tutta quest’acqua come dicono tutto eh? =)

  16. Rompino, ma ciao! Ora, sinceramente non è che sia stato ad indagare sull’ex posto di lavoro di Giusy, la prima info che ho trovato l’ho data per buona anche perché non mi pareva un dettaglio fondamentale. Ricordo che nel lontano ’99 anno più anno meno la Maraini venne a L’Aquila a presentare Buio a scuola. Sono state le due ore più noiose della mia vita, non vedevo l’ora di andarmene e speravo in silenzio che lei non si accorgesse dei miei ripetuti sbadigli, o magari sì. Il premio Strega è un accordo tra gli editori. Strano che non lo vinca mai un editore semisconosciuto. Possibile che mai un libro poco popolare che sia stato candidato, e ne candidano sempre moltissimi anche di editori minori, abbia meritato quel riconoscimento? Il calippo lo tengo in un luogo sicuro. O_o

  17. non so rispondere. ma due cose su “stop al televoto”:

    1) Giusy ferreri non lavorava all’Esselunga?

    2) se ti vuoi fare due risate (e in caso ti venisse qualche dubbio sulle tue capacità di scrittore, può succedere…) leggiti (preso in prestito in biblio e non necessariamente arrivando allla fine) “BUIO” di Dacia, vincitore (udite udite, o udisci udisci) del premio STREGA!!!!!!! del 1999 (anno più anno meno).

    Il rompino…

    … ma sto calippo fritz dove ce l’hai?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *