-1 + 1 = paro

Una notizia buona e una cattiva.
Visto che quella cattiva non lo è poi così tanto, considerato che ormai mi sono largamente abituato, ve la sparo subito subito copio-incollandovi l’ennesima lettera, anzi e-mail, di rifiuto di un editore.
 
Gentile Matteo Grimaldi,
abbiamo letto e apprezzato il suo manoscritto, ma purtroppo non rientra esattamente nella nostra linea editoriale. Siamo comunque interessati a visionare la sua prossima opera, se vorrà inviarcela.
Cordiali saluti.
 
Questo era uno di quelli ganzi. Buonissima distribuzione sul territorio nazionale, nessuna spesa di contributo richiesta agli autori, (sì, perché non ho alcuna intenzione di sganciare un solo centesimo per pubblicare), ottima fattezza del prodotto libro. Uno di quelli che non c’avrei pensato un minuto ad accettare, ma neanche c’ho sperato un minuto che fosse un .
Già che hanno indicato il mio nome e cognome, e il titolo del libro nell’oggetto, mi pare un grandioso passo avanti. Immaginate se fosse stata del tipo: “Gentile AUTORE bla bla bla…” .
Forse l’hanno letto davvero, di sicuro la pagina iniziale, quella con i dati. Il rifiuto non supera quasi mai le cinque righe inclusa quella finale con la firma, che ometto per la privacy; e ci siamo. Non rientra esattamente nella loro linea editoriale, vorrei capire cosa vuol dire l’avverbio esattamente, ma va be’, niente di nuovo anche qua. Ma attenzione! Mi invitano a mandare il prossimo. Per la serie: scrivi bene, ma questo non ci piace. Come se uno producesse manoscritti dalla notte al giorno.
Credo che se un bel dì dovesse giungermi sotto qualsiasi forma un Sì creperei di cuore. Allora forse è meglio che continuino a fioccare No indefinitamente. In attesa degli altri vi do la bella notizia.

idoneo-scritti 
(Sono riuscito ad evidenziare un po’ meglio che nell’altro post. Rilevante, considerato che i mezzi tecnici a mia disposizione sono rimasti i medesimi, se non addirittura peggiorati. Un po’ meno se pensiamo che questa non è proprio annoverabile tra le operazioni grafiche più complesse.) Come avrete capito, idoneo alla prova scritta della Finanza. Sono rientrato nei 435 che accedono alle visite mediche su 875 che avevano superato i test preliminari. Comincerò a studiare fin da subito per l’orale. La mia rivincita prende piede. Vediamo se stavolta mi fregano loro o li frego io.
 
M.
 
Come diceva qualcuno (forse il sottoscritto): “Bene che va ci vado a paro!”.
Non sono certo di non esserne io l’autore (che poi mica è vero che la doppia negazione afferma. Non sono certo di non esserne io l’autore è ben diverso da sono certo di esserne… O no?).

59 commenti su “-1 + 1 = paro

  1. ALLOOOOOOOOOOOORA…

    rispondo al mio carissimo amatissimo utente anonimo [che non so chi cavolfiore sia…ma comunque,

    *mode incazzetion on

    gli anonimi dovranno pur fare qualcosa nella loro vita, no??]

    Gli occhi che vedi nell’avatar sono i MIEI. Comunque ho già spiegato che questo non è il mio unico colore,… purtroppo, o per fortuna, i miei occhi sono sensibili al caldo o al freddo, alla luce o al buio, al mare o alla montagna, e persino alle stagioni. Nelle foto che precedentemente avevo messo sul blog si poteva vedere che non avevo ovunque lo stesso colore di occhi. In una li avevo neri, in un’altra castani e in un’altra ancora verdi..

    Ora, carissimo amico anonimo, secondo te, se quest’occhi non fossero i miei, che motivo avrei nell’insistere l’opposto??? Se avevi ragione te nemmeno ti avrei risposto… o no?

    Comunquesia, invece di ficcare il naso in situazioni che non ti interessano minimamente, CREATI una vita.

    Ah, dimenticavo. Apri un occhio che ti ci sputo dentro.

    -.-

    *mode Incazzetion off

    Matto, perdona il mio linguaggio, ma quanno ce vo ce vò…

    Mi ricompongo ù_ù

  2. Frazzy, grazie per la fiducia. Ti consiglio di giocarti qualcos’altro. Io all’ultima scommessa mi sono giocato le palle, e ho perso. Meno male che non sono andati fino in fondo. -.-‘

  3. Czed, sì, possiamo farne a meno di scomodarlo. Tra l’altro il signor Moccia è attualmente impegnato come regista nelle riprese del suo ultimo successo tramutato in film. -.-‘

  4. in bocca al luppolo!!!! oggi è più probabile che Putin si faccia crescere il codino piuttosto che trovare un editore…ma non per questo non bisogna provarci…ciaociao

  5. io ormai dico sempre: “Il mio amico scrittore” quando parlo di te..sai già come la penso.. tu diventarai famoso, mi ci gioco la tesi (e sai quanto tengo alla mia tesi sudatissima!!). Baci Frazen

  6. Ribadisco che prima o poi tutti quelli che ti rispondono nograzzzzie si mangeranno i gomiti…

    Potrei scomodare a proposito il CasoMoccia, ma io detesssssssssto Moccia…

    Un saluto.

  7. be’ non credere che dopo aver pubblicato cambi molto… ci si rimette in attesa di altri no o altri sì o altri forse; sai cosa: il più bello è scrivere, vivere coi personaggi, appassionarsi alle vicende, amarli e odiarli… il resto è falso, in fondo, impuro, contaminato e allascrittura fa solo male. Ciao.

  8. Un giorno avremo un finanziere che pubblica libri.
    E che qualora dovesse fermarmi sulla statale 16 non sarà fiscale sui miei peccatucci veniali alla guida…
    Ciao, matto.

  9. Ciao, grazie per essere passato; in bocca al lupo per il concorso.

    Riguardo il mio post…si è cattivo, meglio ancora incazzatissimo di dover sopportare persone pazze che si spacciano per normali.

    Romito

  10. Sbloggata prendila pure, tanto anch’io l’avrò presa in prestito a qualcuno. Credo che non ci voglia molto coraggio a inviare qualcosa. Sono troppi quelli che ci provano e se davvero fossero tutti tipi coraggiosi il mondo procederebbe un po’ meglio. Ho superato la paura dei primi tempi. Ormai mi sono messo alla prova, ho pubblicato e ho vinto le timidezze. Ora voglio di più. Crepi il lupo!

  11. “Bene che va ci vado a paro!”

    La prendo in prestito…in questo periodo mi serve assai!

    Ho sempre pensato che fosse coraggioso mandare un proprio scritto ad una casa editrice (qualsiasi essa sia).

    In bocca al lupacchiotto per il resto!

  12. Rob, ah tu dici che hanno pensato qualcosa del tipo: questo diventa famoso e poi lo pubblichiamo? Hanno sbagliato persona. Per la Finanza speriamo bene. E’ strano rifare le stesse cose ad un anno di distanza. Ma il bello forse è proprio questo. Sapere come si presentano e provare a cambiarne l’esito. Saluti!

  13. il concorrente ke nn deve lasciare la caserma..attenzione ho detto nn deve lasciare la caserma, e quindi ha ancora la possibilità di vincere 500 mila euro è……(8 minuti di pausa)….matteo Grimaldi!!!

    m

  14. Mat, forse il fatto di chiedere l’invio del nuovo manoscritto si può interpretare nel senso che preferiscono non pubblicare un esordiente, boh! Ahhhh, e complimenti per la prova superata, per te il concorso della finanza… continua!!

  15. Elly, ogni giudizio va preso per quella che è la realtà editoriale, come ogni altra realtà artistica. Un mondo quasi inaccessibile. Dal quale ognuno trova le parole migliori per escluderti. Il tuo amore? E’ proprio sopra di te. Mi riferivo ai commenti. o_O

  16. apparte il fatto che sull’ultimo punto della doppia negazione mi hai fatto confondere…

    .-. ma comunque, penso che siano dei veri idiotiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii -..- intendo quelli delle case editrici…

    Ma cazzo come si fa a giudicare “non esatto” ciò che scrivi???

    Sembra poi che si trovino in un macellaio e la carne datagli “non sia esatta” al piatto che devono cucinare!!

    Ma va va va va…va…

    Cooooooooomunque, hai visto per caso mon amour?

    o.o

  17. ah! quasi dimenticavo…

    No one should take themselves

    so seriously with many years to fall in line…

    cioè…ormai sono troppo international…

    m

  18. ….ke palle un altro finanzieri i giro…..m nn avevi detto ke ci rinunciavi?????????….diventa u n guardia parco piuttosto…uahahuahuhaahuha

    m

  19. Gianl, è proprio così. Una lotta a perdere. Comunque visto che di libri se ne pubblicano fin troppi, uno se lo vuole sul serio deve continuare a provarci. Qualcosa ci cacceremo fuori, eccheccavolo. Pure per statistica, insomma! Crepi comunque. 😀

  20. Mi accodo ai vari in bocca al lupo…Trovare un editore è peggio di trovare un lavoro, potrei provare anche io, visto che lottare contro i mulini a vento è la mia passione di sempre!

  21. bubbles, so bene come funzionano certi meccanismi. Di quel tipo di risposte positive ne ho collezionate una camionata. Comunque un libro l’ho pubblicato. Crepi il lupo! E benvenuta nella Stanza!

  22. Ciao!

    Anche una mia amica vuole pubblicare un suo libro. A lei hanno dato una risposta positiva, soltanto le hanno anche chiesto una bella sommetta per pubblicarlo. ç_ç

    Spero ce la farai! Nel frattempo in bocca al lupo per l’orale! =)

  23. Findarto, prima dell’orale ci sono le visite mediche. Ma bisogna studiare fin da ora, sennò c’è poco tempo. Poi magari non passo le visite e fanculo. Il piano C… comincio a pensarci! 😛

  24. Patty, hai fatto un pasticcio. Due di due è speciale. Va letto e riletto ogni volta che si ha voglia di rituffarsi nella vita di Guido e Mario, certamente i due personaggi più riusciti di De Carlo. Per quanto riguarda l’editore, aspettiamo. Bacio.

  25. Amelia, io sì. Racconti e poesie sparsi in raccolte varie. Quando poi hanno deciso di pubblicare Non farmi male stavo svenendo. Solo che per ottenere 1 devi faticare 1000. Capisco la poca fantasia nelle risposte. Se dovessero inventarne di diverse per ogni opera ricevuta immagino che farebbero solo quello nell’intera giornata lavorativa. Comunque restiamo in attesa. Bacio.

  26. e brav!in bocca al lupo per l’orale

    ah,la proposta per il piano C è sempre valida: sfruttiamo il tuo talento in attesa di occasioni migliori. Pensaci 😀

  27. Dai Matto, che la trovi la casa editrice! Tifo per te come sempre! Bellissimo Due di due>! ma mi riprometto di rileggerlo con un po’ più di calma e, soprattutto, di fresco: non si può leggerlo al paese di nonna (Basilicata) in giorni estivi con 35 gradi all’ombra!

  28. non ho mai mandato manoscritti a case editrici (poi perchè si chiamano ancora manoscitti che a mano non ci scrive + nessuno??mah…) ma mi sto appassionando alla tua vicenda 😀 ma c’avranno un prontuario standard di risposte,sti qui? e un minimo di fantasia,suuuuu…dopotutto pubblicate idee…e fatevene venire una più originale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *