I have a problem

Ho un problema (traduzione, per gli amici).
Oggi devo farmi la barba. Perché per lavorare al Mc Donald’s oltre a palesare inenarrabili qualità umanistiche/scientifiche/intellettuali ecc. bisogna attenersi ad alcune fondamentali regole igieniche/fisiche/sanitarie ecc. tra le quali figura quella di presentarsi sempre con un viso pulito con barba più o meno a livello 0. Allora, considerato il mio equilibrio ormonale, mi basta farmi la barba ogni due giorni per passare inosservato. Ieri non me la sono fatta, quindi oggi devo farmela. Argomentiamo la questione dicendo anche che farmi la barba non è proprio una passeggiata. Rischio ogni volta il dissanguamento. Mia madre l’altro ieri, dopo aver osservato l’asciugamano, prima bianco, ha esclamato: “Sembra il telo di Olindo Romano, l’assassino di Erba!” questo perché, ahimè, Madre Natura mi ha dotato di una pelle ultrasensibile (al contrario del cuore), che piange sangue non appena subisce lo sfioramento di una lametta. A questo aggiungiamo che non potendo permettermi Gillette Sensor No Limits Gel Ultra e tutte ‘ste cazzate qua, che ogni ricambio costa 5 euro, devo accontentarmi delle Bic Bilama (fin troppa grazia) Slalom, che corrispondono, come precisione e delicatezza, a un’ascia boscimana. Il problema sta nel fatto che io oggi pomeriggio devo uscire e non riesco a tornare in tempo per tutto il rituale della barba che prevede doccia di almeno venti minuti tra i vapori che ammorbidiscono la pelle e, a seguire, l’atto del recidere il pelo che va compiuto con estrema professionalità e pretende massima attenzione, perché al lavoro attacco alle 20.00 e devo pure mangiare (arrivateci voi all’1.00 di notte senza nulla nello stomaco). È chiaro che avrei potuto farmela stamattina, però ora subentra lo scientifico calcolo delle conseguenze, del futuro, del guardare sempre al domani, la sostanziale differenza tra l’uomo e la gallina, insomma. Domani ho un’altra mezza chiusura, esco alle 23.30 e ok che domani è il giorno dopo di oggi e quindi domani non servirebbe rifarmela, però, essendomela fatta la mattina del giorno prima, poi domani sera un po’ si vede, e allora qualcuno potrebbe rompicchiare. Mentre voi risolvete il problema facendo uso di grafi orientati e di quante più teorie conoscete sul calcolo delle probabilità (che il manager si accorga del livello della mia barba leggermente superiore al consentito), io penso a dove poter comprare una lampada nuova alle mie tartasaure che da qualche giorno vivono al buio perché la vecchia s’è fulminata e quella che avevo tre mesi fa acquistato, avendo già sentore dell’addio della vecchia (sono un tipo previdente io), me l’hanno data già fulminata e l’ho chiaramente scoperto quando sono andato ad avvitarla per sostituire la vecchia, cioè due tre giorni fa, appunto (provarla il giorno stesso pareva brutto). Insomma, qual è la giusta ora per l’omicidio perfetto della mia faccia?